ASSOCIAZIONE ENCANTO
associazione per la promozione e diffusione della danza, del metodo feldenkrais e della disciplina shiatsu
LEGGERE NEL MALDESTRO (2014/15)



IL GESTO IGNOTO (2007)



BLUE DOME (2005)



IN – TO (2003)



ATOMI ERRANTI (2001)



S.I. (2001)



SCHIZZI D'ACQUA (2000)



VERDE INDUGIO (1998)



I RE NON TOCCANO LE PORTE (1997)



OMBRE LEGGERE (1996)



BLUE DOME (1995)



L'AZZURRA DIMORA (1994)


GERTRUDE (1994)



DREAM (1992)


CELESTIAL SEARCH (1992)


SHE'S ASLEEP (1990)



PIETRE DEL FULMINE (1989)

PIETRE DEL FULMINE
Suono della pietra

Coreografia: Roberta Gelpi
Musiche: Canti Sufi, Dave Holland,
J. Sebastian Bach, Canti Gregoriani
Voce: Francesca Della Monica
Danza: Roberta Gelpi
Oggetti di scena: Roberta Gelpi, Vincenzo Vincenti
Produzione: Out/Off, Milano

Architettura sonora. Ispirato a 'Gli animali simbolici' e 'Cantano le pietre' di Marius Schneider.
Frammento della storia di Ingilberta, monaca peccatrice, e del suo viaggio simbolico verso la guarigione rappresentata nella successione dei capitelli del chiostro di San Ripoll (Catalogna); lettura a ritroso delle sculture dei capitelli e interpretazione 'cantata' (canto gregoriano) del suono degli animali simbolici rappresentati.

"Langue la povera Ingilberta, monaca per forza nel chiostro di San Ripoll, per aver commesso oscuri peccati. E muore di una morte simbolica (pietrificazione) per poi rinascere a nuova vita dopo aver compiuto un viaggio a ritroso nel tempo dalla mezzanotte all'alba, lottato contro un leone simbolico, riacquistato la capacità di udire la melodia risanatrice che il medico le ha prescritto. Questo l'originale soggetto di 'Pietre del Fulmine': una danza calma, silenziosa, d'imprevista forza terapeutica anche per lo spettatore.
L'autrice-interprete Roberta Gelpi si cala direttamente nei panni d'Ingilberta avita, tracciando con le braccia morbidissime e il corpo-fuscello geroglifici in movimento, dondolanti e ipnotiche ninnenanne. La segue un soprano biondo, Francesca Della Monica, che canta la guarigione interrompendo l'icastica staticità delle nenie sufi e un geometrico labirinto di note tracciato da Bach.
Semplice e prezioso, il duetto dimostra che non occorrono effetti per esporre un'idea di danza."
( Marinella Guatterini)



pietre del fulmine


pietre del fulmine

ENCANTO - sede legale via Benedetto Croce, 49 - 00142 Roma - c.f. 04270150487