ASSOCIAZIONE ENCANTO
associazione per la promozione e diffusione della danza, del metodo feldenkrais e della disciplina shiatsu


EVENTI

ALCHIMIA D.D.D.
Interpretazione e ideazione: Marinella Salerno e Stefania Russoniello
Musiche: Bjork e S.Ibarra, Triosk
Costumi della Compagnia
Oggetti scenici e luci:
Tiziana Draghi
Produzione:
Provincia di Firenze, Encanto

SONETTI A EURIDICE
Una dedica a Euridice, alla sua leggera presenza e alla sua purezza di 'anima'.
Orfeo la cerca, la vuole riportare nel mondo, la ama ma non la può guardare. Triste destino per una donna essere amata e non guardata!

STARALFLUX
prima nazionale:
Teatro Manzoni di Calenzano 2003
danzano: M.Salerno e S.Russoniello
musiche: Sigur Ros
Una coreografia totalmente calibrata sulla musica del giovane gruppo islandese.
Una dimensione di danza come sospesa e serena nello spazio e nel tempo una corsa in slitta sulle piste innevate nella terra del ghiaccio

SUI MADRIGALI
Tappa seconda e intermedia del percorso su Carlo Gesualdo da Venosa, dopo le 16 brevi coreografie create lo scorso anno,
il nuovo spettacolo č una rinnovata visione dello stesso tema:
il tormento e l'estasi.

STREDI 3
(>di O re; ste a< dell'Orestea)
Le fluttuazioni, le collisioni, le turbolenze si amplificano immaginariamente rivelando il mondo 'attorno alla lama'.
Viscosità dell'aria.
Produzione 53° ESTATE FIESOLANA

SHE'
ogni movimento è la premessa di una nuova possibilità (D.M.Connely)
in collaborazione con la
53° ESTATE FIESOLANA

MOBILITARE IL CUORE !                                   
Studi e Indagini all'interno dell'artista MOBILITARE IL CUORE ! č realizzato in collaborazione con la Provincia di Firenze, il Progetto Regionale 'Toscanadanza' di Pistoia, il C.R.F. - Studio Internazionale Danza di Firenze e l’Associazione Encanto.

FUOCHI
Una pioggia, un fiume, costante, di parole, di fuochi.
Una libera e poetica interpretazione delle sensazioni.

INTERNI
Come negli spettacoli di Kantor o di H.James o nei film di Reiz, i vivi convivono con i morti. Forse perchè nessuno è morto ma, come scrive Tabucchi in 'Sogni di Sogni' "....tu sei semplicemente addormentato e sogni della luna."
(Roberto Incerti,
La Repubblica di Firenze)

CHIOMA DI DRAGO
Lo spettacolo come corpo dell'attore Spettacolo come corpo,
come alchimia

RUWA BINEDA
RUWA significa due, BINEDA significa girare.
RUWA BINEDA è la danza, è tutto te stessa, è tutto il mondo.
E’ una delle scienze dei sentimenti, molto difficile da spiegare.
E’ come il vento, ne senti il caldo e il freddo ma non puoi toccarlo.
Capisci che c’è, è come un sentimento.
(Pak Tempo, danzatore e Maestro di Bali)
Produzione STALKER TEATRO


MOBILITARE IL CUORE!

interpreti:
Michael Puleo, Stefania Russoniello, Maddalena Smeraldi, Marinella Salerno
cuori di vetro: Vittorio Corsini
costumi: Simonetta Piastrelli
Gabriele Galeotti Gorilla
allestimento scenico e luci:
Tiziana Draghi
musiche: Jamiroquai, Puccini, Govinda coreografia: Marinella Salerno

Partiamo da cuore. Dalla sua natura di motore, di muscolo, di massa rossa e grossa.
Partiamo dal cuore di chi si ascolta e non dal cuore di chi si guarda. Lontani- volendoci ulteriormente allontanare - da chi si ri-guarda MOBILITIAMO IL CUORE! Partiamo dal cuore per arrivare al cuore, attraverso azioni che lo rendano visibile, vivibile, ascoltabile, palpitabile. Come il cuore dei bambini. Immerso nelle scorribande, dietro al velo del corpo. Desideriamo un lungo sguardo, intenso e vivo, sui segnali del cuore. Cuore in subbuglio, gonfio, che frena, salta un battito e riparte, cuore che crea un itinerario infinito di nuove sensazioni, percepibili dall'esterno, raccontabili.
Le condizioni interiori del danzare. Dal cuore all'opera. La danza che commuove, in quanto unica, irripetibile, imprendibile, anche coloro che la fanno. Lo immaginiamo come una superficie solcata da tracce prodotte da colate di oro purissimo. Una fitta rete di segni prodotti dal tempo, dalle emozioni, dalle caratteristiche genetiche, dai sentimenti, dagli amori, dalla volontà e dagli sforzi, dalle pressioni, dalle vittorie, dal ricordo, dalla materia stessa, dall'usura delle articolazioni, dal sangue che lo irrora, dalle sconfitte, dal movimento della danza, dall'osservazione del mondo, dall'analisi dell'arte, dalla percezione dell'arte, dalla convivenza, dall'amicizia, dalla solitudine, dagli occhi e dallo sguardo, e ancora da molto altro. Vogliamo che il nostro creare sia una conseguenza della sua palpitazione. Vorremmo poterlo consegnare alle vostre mani, il nostro cuore. Appoggiate una mano sui nostri corpi ! Li sentirete vivere, combattere, danzare anche in fase di stasi e i nostri cuori uscire dalla gola, dai polsi, dal petto. E' normale, quasi come una vergogna. I nostri corpi trasparenti narreranno l'interno. MOBILITIAMO IL CUORE ! Creiamo partendo da lui, con lui, per lui. Ascoltiamo il cuore dei danzatori che ci vivono accanto, che nello stesso luogo, alla stessa ora, nello stesso momento consumano il loro corpo, le loro emozioni, le loro palpitazioni per un attimo irriproducibile. Corpi sottili dal purissimo spirito . Mi farò aiutare dalla magia, non so se sarà uno spirito, un'anima o un Maestro.

MOBILITARE IL CUORE ! ě stato presentato:
al Festival Maremma Teatro, luglio 1997 al Museo Bardini Firenze, agosto1997
al Museo di Palazzo Vecchio di Firenze, settembre 1997
al Centro Petra Lata di Roma, settembre 1997
al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino, marzo 1998
al Festival Fabbrica Europa di Firenze, maggio 1998
all'Estate Avellinese, luglio 1998
all'Estate Fiesolana, luglio 1999

ENCANTO - sede legale via Benedetto Croce, 49 - 00142 Roma - c.f. 04270150487